Gianmarco Dosselli _Autore

INTERNO ITALIANO

Un giorno, MASSIMO RACHETTO, nel periodo in cui conduceva vita vagabonda, fu arrestato dalle guardie e portato in carcere. Il capo dei gendarmi lo interrogò, poi gli disse: “RACHETTO? Sei, forse, lo scrittore dei racconti?” Avutane risposta affermativa, propose: “Se ne scrivi uno per me, ti rendo la libertà!” RACHETTO accettò, e tre giorni più tardi leggeva, sul giornale locale, il suo racconto con la firma del capo delle guardie.

"Vite perdute"

Descrizione:

"Storia di sette giovani amici, deceduti in vari incidenti stradali."

foto in flero

Descrizione:

curiose espressioni fotografiche.

Narrativa italiana: stile da flop

Descrizione:

la letteratura italiana è debole

Penne Pazze News

Descrizione:

da una rivista elettronica una inserzione a pag.4.

Zibaldone

Descrizione:

un misto di curiosità